Buon San Valentino a tutti!!

Storia di un San Valentino Passato!

Buon San Valentino a tutti.E se portate le vostre ragazze fuori a cena.. non fate errori!

Pubblicato da the JackaL su Sabato 14 febbraio 2015

I nonni

11755704_10207233816672939_2998416176942017961_nI nonni…beh i nonni sono una cosa rara! Conosco molte persone che sono cresciute, che sono diventate adulte, senza la fortuna di aver mai condiviso un pezzo della loro vita con loro. Io sono un uomo fortunato. Ho avuto tutti e quattro i nonni,  almeno fino alle medie quando alla giovane età di 73 anni è morto mio nonno paterno, Rodolfo! Un bacio Rodolfo ovunque tu sia.

Fino ad oggi ho avuto 3 nonni, poi Demetrio ha deciso di lasciarci. Era un nonno atipico. Una persona che mi chiedeva ogni volta che ci vedevamo “i fimmini?” e non lo faceva adesso che sono adulto, lo faceva da quando andavo all’asilo…anche quando gli presentavo una nuova ragazza, la prima cosa che chiedeva era sempre la stessa….”i fimmini??”…

Non è stato perfetto, a volte ho avuto da ridire di lui e con lui…ma in fondo era sempre mio nonno…un bacio anche a te NONNO MIMMO! Adesso goditi la tua nuova giovinezza.

 

Maturità oltre 10 anni dopo….

Sarebbe interessante riprendere il tema di maturità e provare a scrivere con le conoscenze di oggi….Tra qualche giorno proverò a farlo…

3. Ambito tecnico-scientifico Argomento:

Conoscenza, lavoro e commercio nell’era di INTERNET

Documenti:

“Cento anni fa, il 12 dicembre 1901, i tre punti del codice Morse che stanno per la lettera “s” passarono per la prima volta da una sponda all’altra dell’Atlantico, attraversarono l’etere. Non lngo un cavo sottomarino ma nell’aria, da una stazione trasmittente in Cornovaglia ad una piccola costruzione distante tremila chilometri con sopra, appeso a un aquilone, un filo oscillante nel vento rabbioso del Canada. Nacseva la radiotelegrafia a grande distanza. Il suo inventore, Guglielmo Marconi, diventa di colpo famoso nel mondo. Da allora quel nome significa progresso, cosmopolitismo, modernità”. G. M. Pace, “La Repubblica”, 12 dicembre 2001

“Con lo sviluppo delle tecnologie per il trattamento delle informazioni e della telematica, la questione (quella del rapporto tra istanze economiche e istanze dello Stato) rischia di divenire ancora più spinosa. Ammettiamo per esempio che un’impresa come la IBM (International Business Machines) sia autorizzata ad occupare un corridoio orbitale attorno alla terra per piazzarvi dei satelliti di comunicazione e/o delle banche di dati. Chi vi avrà accesso? Chi deciderà quali siano i canali e i dati riservati? Lo Stato? Oppure esso sarà un utente come tutti gli altri? Nascono in tal modo nuovi problemi giuridici e attraverso di essi si pone la domanda: chi saprà? La trasformazione della natura del sapere può dunque generare un effetto di retroazione nei confronti dei poteri pubblici stabiliti tale da costringerli a riconsiderare i loro rapporti di diritto e di fatto con le grandi imprese e più in generale con la società civile”. J. F. Lyotard, “La condizione postmoderna”, Milano 1989

“Dal lavoro interinale a quello su Internet. Non più solo annunci sui quotidiani o sulle bacheche delle agenzie. Per chi è alla ricerca di un impiego o desidera cambiare lavoro le proposte non mancano. Grazie anche alle immancabili “partnership”, parola che indica le collaborazioni tra le agenzie di reclutamento web con siti e portali, sia italiani sia esteri. (…) Pensati per ci cerca un impiego o vuole cambiarlo, gli indirizzi di ricerca del personale sono uno strumento rapido per fare incontrare la domanda con l’offerta. Nati cinque anni fa negli Stati uniti e soltanto da tre, con base in Scandinavia, sviluppatisi in Europa i primi siti di ricerca del personale via Internet sono arrivati in Italia. Dove, a tutt’oggi, ne esistono una ventina”. Supplemento a “Panorama”, 15 novembre 2001 segue… (tra poco gli altri ambiti…)

“Il commercio elettronico consiste nello svolgimento di attività di business in via elettronica. Esso è basato sulla elaborazione e trasmissione di dati, inclusi testi, suoni e immagini. Ricomprende una molteplicità di attività, inclusive di attività commerciali di beni e servizi, consegne online di contenuti digitali, trasferimenti elettronici di fondi, scambi commerciali elettronici, fatturazione elettronica, aste di vendita, progettazione e sviluppo collaborativo tra partner, approvvigionamenti, marketing diretto rivolto al consumatore e servizi postvendita. Esso comprende sia prodotti (ad esempio, beni di consumo o attrezzature specializzate), sia servizi (ad esempio servizi informativi, finanziari e legali); attività tradizionali (ad esempio, cure mediche, formazione) e nuove (ad esempio centri commerciali virtuali) (European Commision 1997)” A. GRANDO – Commercio elettronico e progettazione logistica. Una relazione sottovalutata, Milano, 2001

“Allo stesso modo io penso che siano stati rivoluzionari miglioramenti tecnici, nei trasporti e nelle comunicazioni, realizzati dalla fine della seconda guerra mondiale, ad aver consentito all’economia di raggiungere gli attuali livelli di globalizzazione. (…) Sappiamo che questi processi informatici trasformano il mercato finanziario internazionale creando un totale squilibrio tra l’economia reale del mondo, la produzione di beni e servizi reali, e il fiume di derivati, diritti, scommesse, insomma di tutte le transazioni finanziarie che scorrono sui computer degli operatori. L’ammontare di questo flusso finanziario è molte volte più grande del prodotto totale reale del globo. Questo è dovuto alla tecnologia dell’informazione che rende tutto ciò straordinariamente facile. E rende addirittura possibile per gente comune (…) di entrare nel mercato realizzando profitti, comprando e vendendo nell’arco della giornata con promesse di pagamento senza trasferimenti reali di denaro.” E.J. HOBSBAWM, Intervista sul nuovo secolo, Bari, 2000